Chi siamo Dove siamo Parlane al tuo chirurgo Link Utili    Parliamo di :
Lifting del volto (ritidectomia)

Gli orientamenti chirurgici più recenti mirano a distendere e a riposizionare i tessuti del volto agendo sulle strutture anatomiche su cui è posta la cute. La visita preliminare è fondamentale per valutare l’indicazione alla metodica chirurgica più adatta al caso clinico in esame. L’approccio chirurgico, che richiede l’escissione e il riposizionamento della cute in eccesso in modo da ricreare una migliore definizione dei tratti somatici, può interessare tutto l’ovale del viso ed il collo ( lifting cervico -facciale ) oppure solo alcuni distretti come la fronte, l’area temporale, le guance o il collo distintamente ( lifting settoriali : lifting coronale, temporale o endoscopico). In presenza di adiposità localizzate volte a modificare in modo accentuato il profilo del volto, è possibile ricorrere alla lipoaspirazione per rimodellare alcune aree ( es. ‘doppio mento‘ ). Le rughe superficiali o altri piccoli difetti, che non possono essere corretti con l’intervento di Ritidectomia, possono essere migliorati, a seconda dei casi, con terapie complementari quali i dermal fillers, il lipofilling, la dermoabrasione, il peeling chimico.

Routine pre-operatoria: esami del sangue, emocromo con formula e VES, glicemia, azotemia, creatininemia, transaminasi, CPK, PTT, pseudocolinesterasi, elettroforesi proteica, elettroliti, tempo di protrombina. Esame completo delle urine. ECG + Visita cardiologica.

Tecnica chirurgica: nel lifting del volto, viene praticata un’ incisione sulla cute davanti all' orecchio e una nella zona retroauricolare, vengono messi in evidenza i tessuti sottostanti e riposizionati nella posizione di origine; nel lifting frontale, l' incisione risulta meno visibile in quanto è nascosta fra i capelli e viene eseguita in corrispondenza del distretto superiore del capo; nel lifting del collo, mediante un'incisione di pochi centimetri sotto il mento, il muscolo platisma viene riportato in tensione, recuperando la tonicità perduta.

Anestesia: anestesia locale con sedazione o generale, a seconda della procedura chirurgica.

Degenza: varia a seconda del tipo di intervento e del decorso post-operatorio (day surgery o un giorno di ricovero).

Decorso post-operatorio: viene prescritta una terapia domiciliare antibiotica ed antiinfiammatoria per os. Le ecchimosi e l'edema si risolvono in 7/10 gg. I punti vengono rimossi dopo 10 -15 gg.

Copyright © 2005 Dr. Renato Gambino - CF GMBRNT59P13G377X - WebProject by WinTrade